fbpx
  • Bari

    aprile 2022

    "L’avvio del codice della crisi riformato dopo l’avvio del PNRR"

Convegno per il decennale dell'OCI

FIRENZE 26-27 NOVEMBRE 2021
Auditorium Camera di Commercio di Firenze
Piazza Mentana, 1 - 50122 Firenze

 

Dopo due anni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Codice della crisi (D.lgs. 12 gennaio 2019, n. 14) e un periodo connotato da un vivace dibattito dottrinario – portato avanti anche dall’Osservatorio sulle crisi di impresa – sui nuovi istituti o sulla rinnovazione di quelli già elaborati nella legge fallimentare, il legislatore, con il D.L. 24 agosto 2021, n. 118 del 2021 ha optato per un ulteriore differimento dell’entrata in vigore della nuova legge concorsuale (di cui alcuni tratti sono stati anticipati, ma solo parzialmente, nell’ultimo scorcio del 2020, con il D.L. 28 ottobre 2020, n. 137, conv. con mod. nella legge 18 dicembre 2020, n. 176) alla data del 22 maggio 2022.

Scarica la locandina della manifestazione  cliccando qui.

Convegno dedicato a Giovanni Lo Cascio

BARI 22-23 OTTOBRE 2021
Aula Consiglio dell’Ordine degli Avvocati - Palazzo di Giustizia  


Obiettivo del convegno è quello di realizzare un primo confronto con gli istituti di nuovo conio inseriti dal legislatore nella già articolata piattaforma delle procedure concorsuali in senso lato, contestualmente al rinvio della entrata in vigore del Codice della crisi.

Si procederà ad una prima indagine sulle nuove forme di supporto alle imprese e sulle inedite figure professionali individuate come strumenti funzionali a traghettare l’imprenditore fuori dell’area del pericolo di crisi o di insolvenza.

Il testo del decreto legge impone una riflessione sulle modalità di innesto delle nuove disposizioni nella struttura normativa già vigente ed anche sul significato specifico attribuito dalla riforma a categorie già note, quali la crisi e l’insolvenza.

Il convegno si propone, pertanto, di offrire una prima possibile lettura di istituti nuovi e una rilettura di istituti già noti, ma oggetto di diversa regolamentazione o, comunque da ridisegnare in via interpretativa al fine di assicurare la coerenza di tutto l’apparato normativo concorsuale. 

 

Scarica la locandina della manifestazione  cliccando qui.

Debiti e disuguaglianze


BOLOGNA
23-26 SETTEMBRE 2021
(seconda parte)

Tornano, per la decima edizione, i dialoghi a più voci  sui temi del debito e delle insolvenze – nel settore privato, delle imprese e nell’economia pubblica – promossi nel centro di Bologna dall’OCI (Osservatorio sulle crisi d’impresa), con il contributo di esperti di diritto, economia, filosofia, letteratura, medicina e giornalismo.

Il festival si svolgerà in modalità ibrida.

Destinatari: la cittadinanza, studenti, professionisti e non esperti, interessati al rapporto tra giurisdizione e insolvenze, nonché alle rappresentazioni mediatiche sui temi della formazione del debito, la concorrenza, la percezione delle crisi finanziarie, economiche e del sovraindebitamento individuale e delle famiglie, l’economia criminale, i debiti degli Stati. Con i diritti nel tempo della crisi.

Scarica il programma di InsolvenzFest 2021 cliccando qui.

CATANIA - 2-3 LUGLIO 2021
Chiostro di levante del Monastero dei Benedettini di San Nicolò l'Arena
Piazza Dante, 32 – Catania 

Il d.lgs. 12 gennaio 2019, n. 14 contenente il Codice della crisi e dell’Insolvenza, la cui entrata in vigore, dopo una lunghissima vacatio, appare infine ormai imminente (il prossimo 1 settembre), costituisce un’occasione propizia per avviare un’analisi a tutto campo, comprensiva dei suoi risvolti in ambito penale, sul tema oggi davvero cruciale delle “responsabilità” di tutti i soggetti che sono chiamati ad occuparsi, a vario titolo e nel corso delle sue mutevoli fasi - compresa quelle della sua crisi o addirittura dell’insolvenza - della gestione di una impresa commerciale.
E quindi, anzitutto, soffermando l’attenzione sulle responsabilità di coloro che sono chiamati a dare gli assetti organizzativi adeguati all’impresa in generale, nonché degli organi amministrativi e di controllo delle società, dei c.d. “creditori qualificati” come pure delle autorità indipendenti; per poi approfondire meglio l’indagine sui profili di responsabilità dei tradizionali protagonisti delle procedure concorsuali (commissario, curatore, liquidatore, comitato dei creditori, professionista che assiste l’impresa e, naturalmente, anche giudice delegato), come pure di quelle che gravano sulle nuove figure incardinate nel Codice: si pensi ai componenti dei nascenti OCRI.

PERUGIA - 23 OTTOBRE 2020
Palazzo dei Priori - Sala dei Notari
Piazza IV Novembre

L’emergenza sanitaria innescata dalla pandemia da Covid-19 ha determinato un brusco cambiamento della programmazione culturale e convegnistica dell’Osservatorio sulle Crisi di Impresa nel 2020. Al contempo ha inserito un intermezzo non programmato tra gli ultimi barlumi di vigenza della legge fallimentare e l’avvento del Codice della crisi, costituito dal diritto emergenziale.

La scelta dell’O.C.I., dopo un primo momento di sorpresa che ci ha indotto a rinviare al 2021 alcuni importanti appuntamenti già programmati a Bari, Ancona e Catania è stata quella di riprendere il filo e proseguire la nostra programmazione.

Per tanti motivi.

Debiti e disuguaglianze


BOLOGNA
17-19 SETTEMBRE 2020
(prima parte)

Tornano, per la nona edizione, i dialoghi a più voci  sui temi del debito e delle insolvenze – nel settore privato, delle imprese e nell’economia pubblica – promossi nel centro di Bologna dall’OCI (Osservatorio sulle crisi d’impresa), con il contributo di esperti di diritto, economia, filosofia, letteratura. medicina e giornalismo.

Destinatari: la cittadinanza, studenti, professionisti e non esperti, interessati al rapporto tra giurisdizione e insolvenze, nonché alle rappresentazioni mediatiche sui temi della formazione del debito, la concorrenza, la percezione delle crisi finanziarie, economiche e del sovraindebitamento individuale e delle famiglie, le ludopatie, l’economia criminale, i debiti degli Stati. Con i diritti nel tempo della crisi.

Scarica il programma di InsolvenzFest 2020 cliccando qui.

MONTECATINI TERME - Grand Hotel Vittoria, Viale della Libertà, 2/A
29-30 NOVEMBRE 2019

Dopo il Convegno del 2015, l’OCI e la Scuola Superiore della Magistratura, con la Formazione decentrata della Corte di Appello di Firenze, insieme all’ODCEC di Pistoia e all’Ordine degli Avvocati di Pistoia, alla Fondazione per la Formazione Forense dell’Ordine degli Avvocati di Pistoia e alla Conferenza degli Ordini dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili della Toscana, tornano a discutere di insolvenze minori.

Il momento storico che stiamo vivendo, con la prossima entrata in vigore del Codice della Crisi e dell’insolvenza (D.lgs. 14 gennaio 2019, n. 12) e gli input del legislatore europeo (Direttiva UE 2019/1023 del 20 giugno 2019, sui quadri di ristrutturazione preventiva, l'esdebitazione e le interdizioni, e le misure volte ad aumentare l'efficacia delle procedure di ristrutturazione, insolvenza ed esdebitazione, in Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea del 26 giugno 2019), impone una riflessione sulle insolvenze minori.

Il legislatore, a seguito della virata integrale verso la concorsualità (già attuata con la legge 27 gennaio 2012, n. 3) accomuna all’interno delle insolvenze minori una serie eterogenea di figure che va dalle imprese minori, alle imprese agricole, sino a forme di sovraindebitamento che riguardano enti no profit, associazioni di professionisti e singoli professionisti, per chiudere il cerchio con la figura del consumatore.

Il diritto nazionale riformato e quello europeo trovano, ormai, quale punto di convergenza il tema dell’esdebitazione, incentrato sui due poli della meritevolezza e della seconda opportunità (anche in una prospettiva di ripresa economica di più ampio raggio).  

Il binomio concorsualità-esdebitazione non esaurisce, tuttavia, la prospettiva del legislatore della riforma, ormai sempre più cosciente della necessità di introdurre strumenti idonei a prevenire l’insolvenza e a tutelare i soggetti più deboli dalle altrui insolvenze.  

PERUGIA - 25-26 OTTOBRE 2019
Palazzo dei Priori - Sala dei Notari - Piazza IV Novembre

Il conto alla rovescia che ci sta rapidamente portando al 15 agosto 2020, data di vigenza dell’intero Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza (d.lgs. 14 gennaio 2019, n. 12), pone sin da ora la necessità del confronto scientifico tra magistratura, mondo universitario e professionisti sui temi della riforma. Tanto più che i relativi lavori sono ancora in corso, non solo per l’estensione fino al 2022 della delega modificativa conferita al Governo (legge 8 marzo 2019, n. 20), ma anche per gli importanti impulsi provenienti dal diritto europeo e, in particolare, dalla Direttiva UE 2019/1023 del 20 giugno 2019 (sui quadri di ristrutturazione preventiva, l'esdebitazione e le interdizioni, e le misure volte ad aumentare l'efficacia delle procedure di ristrutturazione, insolvenza ed esdebitazione, in Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea del 26 giugno 2019).

L’art. 2 del Codice della crisi enuncia il requisito oggettivo (crisi, insolvenza, sovraindebitamento), ma soprattutto ritaglia anche le figure soggettive alle quali sono riferibili le singole procedure concorsuali e i nuovi istituti, come le misure di allerta e la composizione assistita della crisi.

Obiettivo dell’appuntamento nazionale OCI è quello di analizzare, per ciascun soggetto e a partire dalla definizione data dal Codice della crisi, l’intero percorso che porta all’apertura delle procedure concorsuali.

Scarica la locandina della manifestazione  cliccando qui.

Il tempo dei debiti


BOLOGNA
19-22 SETTEMBRE 2019

Tornano, per la ottava edizione, i dialoghi a più voci  sui temi del debito e delle insolvenze – nel settore privato, delle imprese e nell’economia pubblica – promossi nel centro di Bologna dall’OCI (Osservatorio sulle crisi d’impresa), con il contributo di esperti di diritto, economia, filosofia, letteratura. medicina e giornalismo. Il festival inizierà la sera del 19 settembre e proseguirà fino a domenica 22 settembre 2019.

Destinatari: la cittadinanza, studenti, professionisti e non esperti, interessati al rapporto tra giurisdizione e insolvenze, nonché alle rappresentazioni mediatiche sui temi della formazione del debito, la concorrenza, la percezione delle crisi finanziarie, economiche e del sovraindebitamento individuale e delle famiglie, le ludopatie, l’economia criminale, i debiti degli Stati. Con i diritti nel tempo della crisi.

FIRENZE - 6 GIUGNO 2019, ORE 14:30
Università degli Studi di Firenze, Dipartimento di Scienze Giuridiche 


Dal prossimo 15 agosto 2020 l’entrata in vigore di tutte le norme contenute nel Codice della crisi e dell’insolvenza (adottato con D. lgs. 12 gennaio 2019, n. 14) metterà fine, dopo quasi ottant’anni, alla legge fallimentare del 1942. Da allora, non solo è solo mutato il contesto economico e la consapevolezza della pluralità dei piani in cui può giocare la concorsualità (sia per assicurare un’effettiva tutela di tutti i creditori a parità di armi, sia per consentire al debitore di rimettersi in gioco mediante l’esdebitazione), ma anche quello normativo, dove la partita non si gioca più solamente in ambito nazionale, ma anche in quello sovranazionale. Proprio il legislatore europeo sta per adottare un’importante direttiva in punto di quadri di ristrutturazione preventiva, seconda opportunità e misure volte ad aumentare l'efficacia delle procedure di ristrutturazione, insolvenza e liberazione dai debiti. La direttiva, già stata oggetto di votazione da parte del Parlamento Europeo lo scorso 28 marzo 2019 e attualmente nei passaggi conclusivi del suo iter, si occupa di temi fondamentali nella crisi (continuità aziendale, seconda opportunità, tutela di posti di lavoro, esdebitazione). Si pone quindi la questione relativa al confronto tra il Codice della crisi italiano, attualmente in vacatio legise la direttiva europea in corso di definizione, considerato che il Codice della crisi, pubblicato in G.U. lo scorso gennaio, è suscettibile di ulteriori aggiustamenti in virtù della delega conferita al Governo con la Legge 8 marzo 2019, n. 20.

София plus.google.com/102831918332158008841 EMSIEN-3

Area Riservata

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.