fbpx

Estensore: SGROI S.
PROCEDURE DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO - RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI DEL CONSUMATORE
Piano di ristrutturazione del consumatore - Qualifica di consumatore – Fideiussore - Requisiti - Fattispecie.
a cura di Lucia Fantozzi (02-04-2024)

At.00125 - Tribunale di ANCONA del 01-02-2016

Autore: BARTOLINI A.; STELLUTI A.
FALLIMENTO ED ALTRE PROCEDURE CONCORSUALI - FALLIMENTO - LIQUIDAZIONE DELL'ATTIVO - VENDITA DI IMMOBILI - IN GENERE -
Contratto preliminare di vendita - Subentro del curatore ex art. 72 l.f. - Autorizzazione del giudice delegato - Cancellazione delle formalità pregiudizievoli ex art. 108, co. 2, l.f. - Ammissibilità.
a cura di Giacomo Maria Nonno (27-02-2016)

Mdc.00009 - Tribunale di PRATO del 26-10-2023

PROCEDURE DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO - IN GENERE
Rapporti tra mediazione in materia bancaria e procedure di sovraindebitamento - Esperienza trasversale e competenze comuni agli Organismi ex art. 16 d.lgs. n. 28 del 2010 e agli OCC - Valorizzazione - Obiettivi e modalità di attuazione.
a cura di Redazione OCI (28-10-2023)
Vota questo articolo
(0 Voti)
CATANIA - 9-10 GIUGNO 2023
Monastero dei Benedettini di San Nicolò l'Arena.
Piazza Dante, 32 - Catania


Il Codice della crisi d’impresa e dell’Insolvenza, dopo una lunghissima vacatio, è finalmente entrato in vigore il 15 luglio dello scorso anno, in contemporanea con il d.lgs. n. 83 del 2022 recante modifiche al Codice, in attuazione della direttiva (UE) 2019/1023 del parlamento europeo e del consiglio del 20 giugno 2019, riguardante i quadri di ristrutturazione preventiva, l'esdebitazione e le interdizioni, e le misure volte ad aumentare l'efficacia delle procedure di ristrutturazione, insolvenza ed esdebitazione (il c.d. secondo decreto correttivo).

Il Codice rappresenta il tentativo di conciliare i contrapposti orientamenti (creditor oriented o al contrario debtor oriented) ispirandosi al preminente obiettivo di salvare le imprese in difficoltà tutelando la continuità aziendale (whatever it takes).

Nel fare ciò il legislatore italiano ha scelto di incidere sulle regole di sistema delle società e degli enti ed imprenditori collettivi non societari, per un verso, attraverso la rimodulazione dei poteri degli organi societari e l’attribuzione di nuove competenze prima sconosciute al curatore e, per altro verso, disciplinando per la prima volta la crisi dei gruppi societari e degli enti ed imprenditori collettivi.

Può allora dirsi oggi delineato, dopo 80 anni dall’entrata in vigore del Codice civile e della legge fallimentare, un nuovo diritto societario della crisi.

Nel corso della due giorni di lavori, che si terranno ancora una volta nello splendido monastero dei Benedettini di San Nicolò l’Arena a Catania, sono previste quattro sessioni.

La prima giornata, a partire dalle ore 16,00 di venerdì 9 giugno, dopo i saluti di rito, si aprirà con una introduzione affidata a Massimo Ferro (presidente di sezione della Corte di cassazione e coordinatore OCI), che illustrerà lo stato dei lavori in sede europea che porteranno all’approvazione della nuova direttiva Insolvency III.

La prima sessione, intitolata Gli assetti della governance nelle società e negli enti collettivie guidata da Pierpaolo Sanfilippo (professore ordinario nell’Università di Catania), con la partecipazione di Enrico Ginevra (professore ordinario nell’Università di Bergamo) e Giorgio Sangiorgio (dottore commercialista dell’Ordine di Catania) affronterà questione tipiche che involgono gli assetti della governance nelle società e negli enti collettivi, nella fase ordinaria della vita aziendale.

Durante la seconda sessione (Gli organi di amministrazione e di controllo nella regolazione della crisi e nella liquidazione giudiziale), con il coordinamento di Marcello Marina (avvocato dell’Ordine di Catania), insieme a Maurizio Sciuto (professore ordinario nell’Università di Macerata) e a Sebastiano Cassaniti (giudice delegato del Tribunale di Catania), i relatori si diffonderanno invece sul ruolo degli organi di amministrazione e di controllo nella fase caratterizzata dal sopravvenire della crisi o dell’insolvenza nelle società e negli enti collettivi.

Nella seconda giornata, prevista dalle ore 9,30 di sabato 10 giugno, la terza sessione dal titolo La crisi del gruppo societario”, sarà dedicata all’approfondimento di una delle maggiori novità del Codice: le nuove regole imposte per la gestione della crisi nei gruppi societari; con il coordinamento di Guido Romano (giudice della sezione specializzata in materia di imprese del Tribunale di Roma), ne parleranno Giuliana Scognamiglio (professore ordinario nell’Università Sapienza di Roma) e Loredana Nazzicone (consigliere della Corte di cassazione).

La quarta e ultima sessione (Enti ed imprenditori collettivi tra diritto societario e diritto della crisi”), infine, è destinata all’esame delle regole dettate dal Codice per la gestione delle procedure concorsuali che involgono gli enti e gli imprenditori collettivi non societari; la sessione sarà coordinata da Giuseppe Minutoli (consigliere della corte d’appello di Messina) e vi prenderanno parte Carlotta Pittaluga (giudice delegato del Tribunale di Torino) e Federico Maida (giudice delegato del Tribunale di Siracusa).

Scarica il programma del convegno cliccando qui.

Coordinamento del programma per OCI: Massimo Ferro, Marcello Marina e Giuseppe Fichera.

Prima sessione

Sanfilippo, Ginevra, Sangiorgio

Saluti introduttivi

Fichera, Mannino, Zappalà, Pennisi, Longo, Di Stefano, Virgillito

Saluti introduttivi
Prima sessione

Sanfilippo, Ginevra, Sangiorgio

Prima sessione
Seconda sessione

Marina, Sciuto, Spadaro

Seconda sessione
Terza sessione

Ferro, Romano, Scognamiglio

Terza sessione
Quarta sessione

Minutoli, Maida, Pittaluga

Quarta sessione

 

Letto 3900 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.