fbpx

Estensore: DE PALMA M. - Presidente: SIMONE R.
PROCEDIMENTO UNITARIO - IN GENERE
Istanza di apertura della liquidazione giudiziale - Richiesta di rinvio della prima udienza ad opera di entrambe le parti - Decadenza ex art. 40, comma 10, CCII - Applicazione - Ragioni.
Articoli interessati  ART. 40 (D.Lgs 14/2019)  ART. 37 (D.Lgs 14/2019)  
a cura di Giulia Pancioli (12-05-2024)

At.00125 - Tribunale di ANCONA del 01-02-2016

Autore: BARTOLINI A.; STELLUTI A.
FALLIMENTO ED ALTRE PROCEDURE CONCORSUALI - FALLIMENTO - LIQUIDAZIONE DELL'ATTIVO - VENDITA DI IMMOBILI - IN GENERE -
Contratto preliminare di vendita - Subentro del curatore ex art. 72 l.f. - Autorizzazione del giudice delegato - Cancellazione delle formalità pregiudizievoli ex art. 108, co. 2, l.f. - Ammissibilità.
a cura di Giacomo Maria Nonno (27-02-2016)

Mdc.00009 - Tribunale di PRATO del 26-10-2023

PROCEDURE DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO - IN GENERE
Rapporti tra mediazione in materia bancaria e procedure di sovraindebitamento - Esperienza trasversale e competenze comuni agli Organismi ex art. 16 d.lgs. n. 28 del 2010 e agli OCC - Valorizzazione - Obiettivi e modalità di attuazione.
a cura di Redazione OCI (01-05-2024)
Vota questo articolo
(1 Vota)

Con l’apertura della liquidazione giudiziale i rapporti di lavoro, qualora non sia disposto l’esercizio provvisorio di impresa, restano sospesi, ma ciò non necessariamente significa che l’azienda sia dissolta o non possa trovare una collocazione utile sul mercato.  Si pone tuttavia il problema, in tale fase, di assicurare sostegno al reddito dei dipendenti, perché è evidente l’impossibilità di mantenerli in forza, così assicurando la salvaguardia dell’assetto organizzativo aziendale preeesistente, ma senza le entrate necessarie alle loro esigenze vitali. La proposta della Commissione Rordorf, prendendo atto dell’inapplicabilità a tali casi della C.I.G.S. per crisi di cui all’art. 22 lett b) d. lgs. 148/2015, aveva tentato di introdurre una misura strutturale in tal senso, a costi nulli in caso di dissoluzione definitiva dell’azienda ed utile, negli altri casi, ad assicurare il recupero della stessa. Il tutto con beneficio complessivo per il sistema economico delle piccole e medie imprese ed al contempo coordinando le misure adottate con la neo-introdotta disciplina civilistica degli effetti della liquidazione sui rapporti di lavoro pendenti. Il Codice della Crisi ha inopportunamente rinunciato a tale disciplina di sostegno al reddito, omettendo altresì, con effetti finali di irrazionalità del sistema, di coordinare la modificazione in tal senso operata sulla proposta della Commissione con la nuova disciplina civilistica, rimasta sostanzialmente inalterata.

Per scaricare l'intero articolo clicca qui

Letto 1731 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.