fbpx

Estensore: SGROI S.
PROCEDURE DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO - RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI DEL CONSUMATORE
Piano di ristrutturazione del consumatore - Qualifica di consumatore – Fideiussore - Requisiti - Fattispecie.
a cura di Lucia Fantozzi (02-04-2024)

At.00125 - Tribunale di ANCONA del 01-02-2016

Autore: BARTOLINI A.; STELLUTI A.
FALLIMENTO ED ALTRE PROCEDURE CONCORSUALI - FALLIMENTO - LIQUIDAZIONE DELL'ATTIVO - VENDITA DI IMMOBILI - IN GENERE -
Contratto preliminare di vendita - Subentro del curatore ex art. 72 l.f. - Autorizzazione del giudice delegato - Cancellazione delle formalità pregiudizievoli ex art. 108, co. 2, l.f. - Ammissibilità.
a cura di Giacomo Maria Nonno (27-02-2016)

Mdc.00009 - Tribunale di PRATO del 26-10-2023

PROCEDURE DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO - IN GENERE
Rapporti tra mediazione in materia bancaria e procedure di sovraindebitamento - Esperienza trasversale e competenze comuni agli Organismi ex art. 16 d.lgs. n. 28 del 2010 e agli OCC - Valorizzazione - Obiettivi e modalità di attuazione.
a cura di Redazione OCI (28-10-2023)
Vota questo articolo
(0 Voti)

Singolare contaminazione fra interpretazione della norma e indagine investigativa, fra il mestiere del giurista e quello del detective; il tutto attraverso i meandri della L. 3 del 2012 sulla insolvenza civile. La soluzione degli enigmi della nuova procedura è affidata ai metodi conoscitivi dei due grandi investigatori della conoscenza...

Chi sono i creditori estranei nel contesto della procedura di sovraindebitamento? La sua collocazione sistematica si ritrova nell’area del contratto o in quella dei moduli aggregativi del consenso di tipo concordatario? E’ corretto il collegamento necessario che spesso si pone fra le due questioni?

Dalla soluzione di questi enigmi dipende la sorte della procedura e, per risolverli, l’interpretazione giuridica può avvalersi di metodologie proprie dei filosofi della scienza.

Metodo induttivo, metodo deduttivo e metodo abduttivo possono essere utilizzati in contemporanea, prima per dissolvere discutibili rappresentazioni della realtà, poi per gettare luce su soluzioni ragionevoli e ragionate. Dunque, l’interprete della norma finisce per essere come l’investigatore che cerca la soluzione dell’enigma e ben può adottare il metodo del più grande fra essi, un metodo che ha interessato non poco la moderna epistemologia.

Giurista-epistemologo o epistemologo-giurista: questa sintesi felice sarebbe probabilmente preziosa per superare le insidie di cui il legislatore spesso riempie la faticosa strada dell’interpretazione della norma.

Il testo, in un linguaggio fra il serio e il faceto, con qualche ironia, ma anche autoironia, tenta un superamento delle criticità della L. 3 del 2012 indicando soluzioni la cui condivisibilità spetta al lettore valutare, ma che certo si iscrivono in una traiettoria di auspicabile salvaguardia del nuovo istituto.

Tradisce anche un’aspirazione di fondo: che l’interpretazione della norma tragga la sua autorevolezza non da quella della fonte (come talvolta può accadere), ma dalla stessa autorevolezza del pensiero che la esprime.

Per scaricare l'intero articolo clicca qui.

Letto 5746 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.