fbpx

Estensore: SGROI S.
PROCEDURE DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO - RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI DEL CONSUMATORE
Piano di ristrutturazione del consumatore - Qualifica di consumatore – Fideiussore - Requisiti - Fattispecie.
a cura di Lucia Fantozzi (02-04-2024)

At.00125 - Tribunale di ANCONA del 01-02-2016

Autore: BARTOLINI A.; STELLUTI A.
FALLIMENTO ED ALTRE PROCEDURE CONCORSUALI - FALLIMENTO - LIQUIDAZIONE DELL'ATTIVO - VENDITA DI IMMOBILI - IN GENERE -
Contratto preliminare di vendita - Subentro del curatore ex art. 72 l.f. - Autorizzazione del giudice delegato - Cancellazione delle formalità pregiudizievoli ex art. 108, co. 2, l.f. - Ammissibilità.
a cura di Giacomo Maria Nonno (27-02-2016)

Mdc.00009 - Tribunale di PRATO del 26-10-2023

PROCEDURE DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO - IN GENERE
Rapporti tra mediazione in materia bancaria e procedure di sovraindebitamento - Esperienza trasversale e competenze comuni agli Organismi ex art. 16 d.lgs. n. 28 del 2010 e agli OCC - Valorizzazione - Obiettivi e modalità di attuazione.
a cura di Redazione OCI (28-10-2023)
Vota questo articolo
(14 Voti)
LECCE, Castello di Carlo V - Viale XXV luglio
13-14 MAGGIO 2016

Con i due convegni collegati di Lecce (13 e 14 maggio 2016) e Siena (17 e18 giugno 2016) l'Oci ha scelto di affrontare il tema della continuità aziendale nella duplice prospettiva delle procedure conservative (Lecce) e di quelle liquidatorie (Siena).

L'impresa costituisce l'unità minima costitutiva del nostro sistema economico e la conservazione dei suoi valori, soprattutto in un contesto di crisi come quello degli ultimi anni, assume rilievo fondamentale anche nella prospettiva della ripresa economica.

La conservazione di tale valore deve avvenire, tuttavia, nella contestuale e coessenziale tutela dell'interesse dei creditori (spesso anche loro imprenditori che richiedono una pronta realizzazione dei propri crediti per poter condurre e incrementare le proprie attività) oltre che della conservazione dei posti di lavoro.

In tale contesto il tema della continuità aziendale nelle procedure conservative sarà oggetto di riflessione nel convegno di Lecce sotto molteplici profili

In primo luogo viene in rilievo l'esigenza dell'impresa in crisi di procedere alla sua riprogettazione e al suo riadattamento alle mutate condizioni economiche, che può essere attuato mediante le operazioni societarie straordinarie (trasformazione, fusione e scissione, aumento di capitale). Queste ultime (oggetto di una disciplina di raccordo tra diritto societario e diritto concorsuale nell'ambito del d.d.l. Rordorf) in un contesto di crisi assumono non solo rilievo da un punto di vista organizzativo, ma possono assolvere anche a strumento di soddisfazione dei creditori (anche mediante la conversione dei crediti in capitale di rischio). Tale tema sarà affrontato nella prima sessione che vedrà la partecipazione di Renato Rordorf, Presidente aggiunto della Corte di cassazione, nonché della Commissione di riforma delle procedure concorsuali da cui è uscito il disegno di legge delega (in procinto di intraprendere il cammino parlamentare). Parteciperanno alla sessione, quali relatori, Raffaella Brogi (giudice delegato del Tribunale di Prato) e Riccardo Ranalli (dottore commercialista in Torino).

Un ulteriore tema fondamentale riguarda il finanziamento dell'impresa in crisi, al quale il legislatore delle ultime tre riforme della legge concorsuale (2010, 2012 e 2015) ha, non a caso, dedicato sempre una particolare attenzione, prevedendo una disciplina finalizzata ad agevolare il reperimento di nuove risorse da parte dell'imprenditore, con il necessario vaglio autorizzatorio del tribunale. Si occuperà di tale importante tema la seconda sessione che vedrà Alessandro Silvestrini, presidente della sezione fallimentare del Tribunale di Lecce e responsabile OCI dell’evento, coordinare Francesco Salvatore Filocamo (Consigliere della Corte d’appello di L’Aquila) e Sido Bonfatti (professore ordinario di diritto commerciale dell’Università di Modena e Reggio Emilia).

Un ulteriore tema nevralgico riguarda i rapporti dell'impresa in crisi con i suoi creditori istituzionali. Si tratta di un settore connotato da divergenze interpretative quanto mai evidenti, che saranno esaminate nella terza sessione con il coordinamento di Massimo Ferro (coordinatore dell’OCI e Consigliere della Corte di cassazione), laddove anche un focus su taluni complessi rapporti pendenti. Relatori della sessione saranno Angelina Maria Perrino (consigliere della Corte di cassazione), Fabrizio Aprile (Consigliere della Corte d’appello di Torino), Linda Vaccarella (giudice delegato del Tribunale di Latina) e Daniele Vattermoli (professore associato dell’Università La Sapienza di Roma).

Il connubio tra la terra pugliese e quella toscana sarà altresì accentuato da un confronto tra i dati delle procedure concorsuali degli ultimi anni raccolti nei tribunali fallimentari pugliesi e toscani ed oggetto di un questionario economico-aziendale. Non solo: anche le questioni giuridiche (secondo un parallelismo tra ricerca giuridica ed economico-aziendale che caratterizza ormai il metodo OCI) saranno oggetto di un questionario giuridico cui risponderanno i giudici delegati.

L'evento è accreditato dall'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Lecce.

Per LA LOCANDINA DEL CONVEGNO clicca qui

Per LA BROCHURE DEL CONVEGNO clicca qui

Per ISCRIVERSI AL CONVEGNO clicca qui per scaricare la scheda d'iscrizione da compilare e spedire via mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per informazioni di qualsiasi natura sul convegno è possibile scrivere all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Letto 6401 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.