fbpx

Foto 1 Nato a Candia Lomellina nel 1950, dopo la laurea in giurisprudenza all'Università di Genova è entrato in Magistratura nel 1978, iniziando la sua carriera come giudice presso il Tribunale di Vigevano, dal 1981 divenendo Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Milano, dove si è occupato prevalentemente di reati finanziari, societari e contro la Pubblica Amministrazione. Successivamente è divenuto Consigliere della Corte d'appello di Milano. È attualmente e dal 2005 Consigliere presso la Corte di Cassazione ed ora Presidente di Sezione. Nel contesto giudiziario milanese ha composto, nei primi anni Novanta, il pool Mani Pulite, insieme ai colleghi Antonio Di Pietro, Francesco Saverio Borrelli, Gerardo D'Ambrosio, Ilda Boccassini, Gherardo Colombo, Francesco Greco, Tiziana Parenti e Armando Spataro. Ha avuto cariche rappresentative negli organismi elettivi dell'Associazione Nazionale Magistrati (ANM), per il gruppo di "Magistratura Indipendente" e poi divenendo dal febbraio 2015 il Presidente di Autonomia e indipendenza. Dall’aprile del 2016…
Foto 1 Di famiglia bellunese, nato a Milano (1953), laureato in Giurisprudenza alla Statale di Milano, la sua carriera giornalistica inizia nel 1973, come praticante al Corriere dei ragazzi. Lavora poi per il Corriere d'Informazione, il Corriere della Sera e L'Europeo. Nel 1986 è caporedattore al Sole-24 Ore, l'anno dopo torna al Corriere della Sera come caporedattore dell'economia. Nel 1993 è vicedirettore e nel 1997 ne assume la guida. È stato due volte direttore del Corriere della Sera, dal 1997 al 2003 e dal 2009 al 2015, nonché direttore del Sole 24 Ore dal 2005 al 2009. Dal 2015 è presidente dell'Associazione Vidas di Milano. Attualmente è presidente della casa editrice Longanesi. Dal maggio 2015 editorialista del quotidiano svizzero in lingua italiana Corriere del Ticino. Tra gli incarichi, è stato presidente della casa editrice Flammarion S.A. e vicepresidente dell'Associazione italiana editori, nonché presidente della "Fondazione Pier Lombardo - Teatro Franco Parenti", della…
Foto 1 Nato a Trieste, dopo l’Università Federico II di Napoli è sostituto alla Procura di Palermo dal 1991, addetto ai reati economici e contro la pubblica amministrazione. Dal 1998 nella DDA, organizza testimonianze di mafia, con collaboratori di giustizia significativi. Tra le inchieste: la tangentopoli locale; l’individuazione dei killers di C.Alberto Dalla Chiesa e Pio La Torre, Giovanni Bonsignore e Filippo Basile; i processi Grande Mandamento (favoreggiatori di Bernardo Provenzano), Gotha (i capi mandamento di Palermo), Perseo (le famiglie mafiose della provincia di Palermo), Talpe (con la condanna finale del presidente della Regione Sicilia a 7 anni per favoreggiamento aggravato ex art. 7 l. 203/91). Da giugno 2009 a luglio 2017 sostituto Procuratore Nazionale Antimafia presso la DNA. Da luglio 2017 è il Procuratore distrettuale antimafia di Messina. Docente di procedura penale presso la Scuola superiore di Polizia Tributaria della GdF, ha insegnato presso l’Istituto Superiore di Tecniche investigative dell’Arma dei…
Foto 1  In magistratura dal 1981, dal 2009 è in servizio presso la Direzione Nazionale Antimafia, ove dirige il ‘polo corruzione’ e si occupa delle infiltrazioni criminali negli appalti, incluso il settore del gioco, dopo essere stata sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Torino (1982-1988), magistrato presso il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria del Ministero della Giustizia (1988-1991), sostituto procuratore della Repubblica presso il tribunale di Roma (1991-1999) dove, dal 1998 al 2007, ha fatto parte della DDA e poi del gruppo reati contro la personalità dello Stato. Ha diretto e coordinato indagini su delitti contro la Pubblica Amministrazione, di mafia e di terrorismo. Presso la DDA romana ha seguito numerose inchieste su traffici internazionali di stupefacenti, sequestri a scopo di estorsione e associazione di stampo mafioso con riferimento alla penetrazione, soprattutto nel territorio del basso Lazio, di esponenti camorristi. Tra le indagini, i procedimenti su un vastissimo traffico internazionale di droghe…
Foto 1 È giornalista e scrittore greco, corrispondente per la tv ellenica da Roma da oltre trent'anni e conosce approfonditamente la scena politica sia greca, sia italiana. Ha lavorato come corrispondente per il canale televisivo greco Ert in Italia. Il suo ultimo libro è La sfida di Atene. Alexis Tsipras contro l’Europa dell’austerità(Fandango libri 2015). Vive a Roma. Si è formato in Italia presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università La Sapienza. Ha partecipato a dibattiti televisivi e scritto corrispondenze per diverse testate, specie con riguardo alla crisi del debito sovrano greco e le vicende elettorali della democrazia del suo Paese, in relazione all’ordinamento europeo e alla percezione presso le opinioni pubbliche dei svincoli di bilancio. Tra i suoi libri Come la Grecia (2011), sulla storia della potenziale bancarotta del 2010 ed i rischi per i PIGS, Alba dorata(2013), sulla recente rappresentanza parlamentare connessa all’esplorazione, nel tempo della crisi, dei movimenti di estrema…
Foto 1 Nata in Irpinia nel 1989, dopo avere frequentato la Scuola di giornalismo a Urbino, diventa giornalista professionista e scrive per la cronaca di Napoli di Repubblica, collaborando con il visual desk di Repubblica.it e con l’Huffington Post. Attualmente collabora con il Fatto Quotidiano, per il quale cura anche un seguito blog sul sito on line. Scrive di ambiente, digitale e di tecnologia; ma anche di quelli che le piace definire “problemi reali”. Importanti i riconoscimenti ricevuti: tra essi, Premio Miriam Mafai 2015 per un articolo sugli hacker senza volto che dichiarano guerra all’Isis attraverso la Rete, il Premio di scrittura Indro Montanelli, sezione giovani (2019).
Foto 1 Laureato presso l’Università di Palermo (con tesi in scienza delle finanze), entra in magistratura nel 1989, iniziando come giudice presso il Tribunale di Agrigento, e così subentrando, tra le altre, nelle funzioni del riesame dei provvedimenti sulla libertà personale già di Rosario Livatino. Nel 1993 è trasferito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Sciacca e dal 1994 componente della Direzione distrettuale antimafia di Palermo. Ha successivamente superato il concorso per referendario presso la Corte dei Conti (così nominato con d.P.R. 18 luglio 2003), transitando alla magistratura contabile nello stesso anni e poi facendo rientro in magistratura ordinaria, come sostituto procuratore presso la Procura di Roma (dal maggio 2005), da novembre 2006 ancora ricoprendo il ruolo di componente della Direzione distrettuale antimafia. Nel settembre del 2009 è tornato in Sicilia, trasferito a Caltanissetta ove è stato componente della D.D.A. fino al settembre 2015, allorchè ha preso le funzioni alla…
Foto 1 Professore ordinario di diritto costituzionale all’Università degli studi di Enna “Kore”. Dal 2015 Preside della Facoltà di Scienze economiche e giuridiche, vice-Coordinatore del dottorato in “Scienze economiche, aziendali e giuridiche”.Dal 2013 al 2016 vi ha diretto la Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali della Sicilia Centrale. Titolare delle cattedre di Diritto costituzionale presso il Corso di laurea magistrale in Giurisprudenza, Diritto amministrativo (Legislazione ed ordinamento di pubblica sicurezza) presso il Corso di laurea triennale in Scienze strategiche e della sicurezza. Componente del Comitato Direttivo di “Diritti regionali – Rivista di diritto delle autonomie locali”. Coordinatore Responsabile dell’Osservatorio regionale siciliano della rivista “Le Regioni” – Il Mulino (Bologna). Referee di Federalismi.it e della Rivista AIC (Associazione Italiana Costituzionalisti: www.rivistaaic.it). Avvocato del Foro di Palermo. Autore di monografie: Corte costituzionale ed autonomia finanziaria regionale. Una ricostruzione sistematica ed esegetica, D.B.I., 2008. Autonomia finanziaria e decentramento istituzionale. Principi costituzionali, strumenti e limiti,…
Foto 1 Ordinario di istituzioni di diritto pubblico all’Università G. D’Annunzio di Chieti-Pescara dal 2001, coordina il Dottorato in Scienze giuridiche della Scuola dottorale internazionale "T. Ascarelli", è Professore europeo dell’Action Jean Monnet e Commissario per l’ASN, per il macrosettore concorsuale Diritto costituzionale. Gli interessi scientifici prevalenti di Giampiero di Plinio si sono orientati – con metodologie classiche e sperimentazioni anche in chiave comparata, europea e multilivello – in prevalenza nei settori del diritto pubblico dell’economia e del diritto ambientale, campi in cui ha conseguito risultati originali, specie riguardo alle problematiche della regolazione, del mercato e concorrenza, della multilevel economic constitution, degli effetti costituzionali dell’economia, dei rapporti tra scienza economica e scienza giuridica, della teoria comparativa del diritto ambientale e della protezione integrale della natura, teoria molto utilizzata in giurisprudenza. E’ autore di manualistica adottata o consigliata in molte Università italiane e anche straniere, in particolare latinoamericane, come Manuale di diritto pubblico…
Foto 1 In magistratura dal 2002, dopo aver esercitato la professione di avvocato. Ora sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Firenze, è giudice tributario presso la Commissione Tributaria Regionale della Toscana, formatore decentrato presso la Struttura Didattica Territoriale del Distretto di Firenze della Scuola Superiore della Magistratura. Come pubblico ministero presso il Tribunale di Forlì, ha diretto indagini in materia economico-finanziaria e sostenuto l’accusa per i reati, anche transnazionali, di riciclaggio, abusivismo bancario e finanziario ed ostacolo all’esercizio delle funzioni delle autorità pubbliche di vigilanza. Successivamente, magistrato inquirente presso il Tribunale di Pistoia aveva coordinato indagini e rappresentato l’ufficio in procedimenti relativi ai reati di bancarotta, usura, violazioni finanziarie e fiscali, turbata libertà del commercio e reati contro la pubblica amministrazione. E' stato componente effettivo del Comitato degli esperti dell’Unità di Informazione Finanziaria presso la Banca d’Italia nel periodo 2012-2016. Partecipa come docente ai corsi della Scuola superiore della Magistratura…
София plus.google.com/102831918332158008841 EMSIEN-3

Area Riservata

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.