fbpx
  • Bari

    27-28 marzo 2020

    "La realizzazione concorsuale del credito: dalla legge fallimentare al Codice della crisi"

    Leggi Tutto
  • Ancona

    17-18 aprile 2020

    "Dagli indicatori della crisi alle misure protettive e premiali nella nuova concorsualità"

    Leggi Tutto
  • Catania

    12-13 giugno 2020

    "Le “Responsabilità” nel codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza"

    Leggi Tutto
  • Bologna

    17-20 settermbre 2020

    "Nona edizione di InsolvenzFest - i dialoghi pubblici per capire crisi debiti e diritti. Debiti e disuguaglianze"

    Segui la diretta live dell'evento (disponibile durante le ore di svolgimento dell'evento)

    Leggi Tutto
  • Perugia

    23-24 ottobre 2020

    "L’apertura delle nuove procedure concorsuali: prime applicazioni”

    Leggi Tutto
  • Firenze

    20-21 novembre 2020

    "Rilevazione della crisi e allerta: prime applicazioni"

    Leggi Tutto
Vota questo articolo
(1 Vota)
BARI - 27-28 MARZO 2020
Aula Magna della Corte d'Appello - Palazzo di Giustizia  
       

Obiettivo del convegno è quello di analizzare la differenza tra il “prima” e il “dopo” l’entrata in vigore del Codice della crisi con riferimento alla realizzazione concorsuale del credito. Occorre tenere conto non solo delle modifiche della tradizionale procedura fallimentare, ridenominata come liquidazione giudiziale, ma anche del cambiamento (epocale) costituito dalla circostanza che l’imprenditore cd. sottosoglia e il debitore civile accederanno alla dimensione concorsuale non più sulla base di un’istanza di parte, ma anche su possibile richiesta di un creditore o – nell’ipotesi di un imprenditore – anche del P.M. Questo comporterà un’emarginazione progressiva delle procedure esecutive individuali. Basti solo pensare alla circostanza che il creditore (anche bancario) a fronte di un’istanza di apertura della liquidazione controllata del sovraindebitato (che richiede un costo per spese di giustizia pari al solo contributo unificato, considerato che la trascrizione ad es. su un immobile è eseguita dal liquidatore nominato dal tribunale) e una procedura esecutiva immobiliare (connotata dalla necessità di sostenere costi notevoli), inevitabilmente opterà per la prima procedura. È pertanto opportuno analizzare, in parallelo, sia la liquidazione giudiziale che la liquidazione controllata del sovraindebitato (considerato anche il progressivo aumento che si sta registrando nei tribunali nelle procedure di sovraindebitamento). È da rilevare, tuttavia, che nello schema di decreto correttivo al Codice della crisi viene posto il limite di € 20.000 di debiti accertati per l’apertura della procedura della liquidazione controllata, su richiesta di un creditore o del pubblico ministero.

Le novità introdotte nel 2016 nel t.u.b. (art. 48-bis e 120-quinquiesdecies) rendono, inoltre, necessario ricostruire i rapporti delle procedure concorsuali (riformate) con queste forme di degiurisdizionalizzazione della realizzazione del credito che, proprio perché riguardanti soggetti istituzionalmente preposti all’erogazione di finanziamenti, sono destinati ad assumere diffusione e particolare rilievo pratico.

Altro tassello riguarda l’obbligo di rinegoziazione del mutuo da parte delle banche previsto dall’art. 41-bisdella Legge 19 dicembre 2019, n. 157, in sede di conversione del D.L. 26 ottobre 2019, n. 124.  

Insomma, in prossimità dei lavori del convegno il work in progress del cantiere delle riforme sembra apportare nuove e significative novità.

 

 

 

 

 

 

Letto 318 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
София plus.google.com/102831918332158008841 EMSIEN-3

Area Riservata

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.