fbpx
  • Catania

    24-25 giugno 2022

    Impresa pubblica e diritto concorsuale

    Leggi Tutto
  • Bologna

    22-25 settermbre 2022

    Undicesima edizione di InsolvenzFest

    Segui la diretta live dell'evento (disponibile durante le ore di svolgimento dell'evento)

Vota questo articolo
(10 Voti)
SIENA, Dipartimento di Giurisprudenza - Via Mattioli, 10
17-18 GIUGNO 2016

La continuità aziendale costituisce il tema comune ai due convegni collegati di Lecce, (dove viene affrontato nell’ambito delle procedure conservative, il 13-14 maggio 2016) e Siena (dove verrà esaminato nell’ambito delle procedure liquidatorie, il 17-18 giugno 2016).

La continuità aziendale nell’ambito delle procedure liquidatorie, già conosciuta dalla legge fallimentare (ad es. in materia di esercizio provvisorio, affitto d’azienda, conferimento d’azienda e cessione d’azienda) è destinata ad assumere un maggior rilievo, alla luce della prospettiva di riforma del d.d.l. elaborato dalla Commissione Rordorf, dove al minor spazio riconosciuto al concordato preventivo (ristretto, de iure condendo, alle sole ipotesi di concordato in continuità) corrisponderà un ampliamento applicativo delle procedure liquidatorie giudiziali e, quindi, dei casi in cui l’attivo comprenda un’azienda in esercizio.

Assumeranno, quindi, ancor più rilievo sia gli aspetti di carattere gestionale volti a salvaguardare la continuità ed i valori aziendali, sia quelli liquidatori, sia la possibile riallocazione dell’azienda mediante soluzioni concordatarie successive all’accertamento giudiziale dell’insolvenza.

I temi appena enunciati, rilevanti sia nella prospettiva attuale che in quella riformatrice, saranno oggetto di dibattito all’interno delle sessioni del convegno senese.

Nella prima sessione Antonino La Malfa (presidente della sezione fallimentare del Tribunale di Roma) coordinerà i relatori Valentino Lenoci (giudice delegato del Tribunale di Bari) e Franco Michelotti (dottore commercialista in Pistoia) sulle complesse problematiche relative all’esercizio provvisorio, all’affitto d’azienda e ai contratti pendenti.

Gli aspetti relativi all’organizzazione della liquidazione (programma di liquidazione, vendite competitive, cessione d’azienda e gestione delle liti) saranno affrontati nella seconda sessione, coordinata da Giacomo Maria Nonno (magistrato del Massimario della Corte di cassazione), con la presenza di Monica Attanasio (giudice delegato del Tribunale di Trento) e Antonella Gallotta (dottore commercialista in Ancona).

Nella terza sessione la riallocazione dell’azienda attraverso il concordato fallimentare sarà affrontata, con il coordinamento di Stefania Pacchi (professore ordinario di diritto commerciale all’Università di Siena), dai relatori Giuseppe Fichera (magistrato del Massimario della Corte di cassazione) e Angelo Paletta (professore associato di economia aziendale dell’Università di Bologna).

Infine, nella quarta sessione si esaminerà il tema, sempre più di attualità, relativo ai rapporti tra procedure concorsuali e procedimenti di sequestro e confisca, con Edi Ragaglia (magistrato consulente della Commissione parlamentare antimafia) che coordinerà i relatori Raffaello Magi (consigliere della Corte di cassazione) e Clelia Maltese (giudice delegato del Tribunale di Palermo).

Le sessioni saranno introdotte da Silvia Governatori (giudice delegato del Tribunale di Firenze e componente della Formazione decentrata della Corte d’Appello di Firenze).

Nell’ambito dei lavori del convegno verrà fatto anche l’esame e il confronto sullo stato e sui risvolti principali delle procedure concorsuali nelle regioni che ospitano il doppio appuntamento sulla continuità aziendale (Toscana e Puglia). Come da tradizione OCI, il metodo di ricerca sarà condotto sotto il duplice profilo economico-aziendale e giuridico. Saranno quindi esaminati i risultati sia di un questionario economico-aziendale, con l’intervento di Alberto Tron (professore incaricato di economia aziendale presso l’Università di Pisa) e di altri ricercatori di economia, sia di un questionario giuridico (cui saranno i giudici delegati a rispondere).

Affiancano l’OCI nell’organizzazione dell’appuntamento senese due importanti istituzioni: il Dipartimento di giurisprudenza della Facoltà di Giurisprudenza di Siena (la cui sede, in Via Mattioli, 10, ospiterà i lavori del convegno nella prestigiosa cornice dell’Aula Magna) e la Scuola Superiore della Magistratura – Formazione decentrata di Firenze.

Per LA LOCANDINA DEL CONVEGNO clicca qui

Per LA BROCHURE DEL CONVEGNO clicca qui

Per l’ISCRIZIONE ai lavori, che è GRATUITA e consente l'accesso al convegno fino alle disponibilità logistiche permesse, clicca qui

L'evento è accreditato dall'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Siena e dall'Ordine degli Avvocati di Siena.

INDICAZIONI LOGISTICHE: la sede del convegno si trova nella Facoltà di Giurisprudenza, Via Mattioli, 10, raggiungibile sia a piedi (trovandosi a circa dieci minuti di cammino da Piazza del Campo ed a cinque minuti da Piazza del Duomo) che in automobile (grazie al Parcheggio Il campo, di fronte alla sede della Facoltà di Giurisprudenza). Ciò rende possibile, anche per l’eventuale permanenza alberghiera optare non solo per le strutture ricettive (alberghi e numerosi B&B) all’interno del centro storico, ma anche di scegliere tra i numerosi agriturismi che si trovano nella zona di Siena.

SEDE DEL CONVEGNO

Università di Siena - Presidio Mattioli

Via P.A. Mattioli, 10 - 53100 Siena

Per raggiungere la sede clicca qui

COME RAGGIUNGERE SIENA

Per trovare tutte le informazioni su come raggiungere Siena clicca qui

Letto 6074 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
София plus.google.com/102831918332158008841 EMSIEN-3

Area Riservata

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.